fbpx

Quanti tipi di stress ci sono?

quanti-tipi-di-stress-ci-sono?

INDICE

Secondo l’American Psychological Association (APA), ci sono 3 diversi tipi di stress: stress acuto, stress acuto episodico e stress cronico.

IL CORPO NON DISTINGUE RISCHI REALI DA IMMAGINARI

Lo stress è una sensazione che le persone provano quando lottano per affrontare le sfide legate al denaro, al lavoro, alle relazioni, all’ambiente e ad altre situazioni. Inoltre, lo stress si avverte quando un individuo percepisce una sfida o una minaccia reale o immaginaria per il proprio benessere. Le persone spesso usano la parola stress in modo intercambiabile con ansia, sensazione di ansia, paura, nervosismo, sopraffazione, panico o stress.

Lo stress è la difesa naturale del corpo contro un pericolo reale oppure immaginario. Inonda il corpo con ormoni specifici per preparare i sistemi metabolici a fuggire o affrontare il pericolo. Questa è nota come risposta “fight or flight”.

Il nostro corpo è un sistema operativo intelligente, ma non può determinare la differenza tra una minaccia esterna pericolosa per la vita da fattori di stress immaginari o percepiti non pericolosi per la vita. Il corpo reagisce allo stesso modo in entrambe le situazioni. Il corpo produce quantità significativamente maggiori di sostanze chimiche quali cortisolo, adrenalina e noradrenalina. La neurobiologia dello stress è un meccanismo operativo complesso.

I 3 tipi di stress (stress acuto, stress acuto episodico e stress cronico) hanno ciascuno proprie caratteristiche, sintomi, durata e approcci terapeutici.

La gestione dello stress può essere complicata perché ciascuno dei 3 diversi tipi di stress può presentarsi come singolo, ripetuto, con complicanze o cronico. Pertanto, richiedono diversi livelli di interventi di trattamento, gestione e modalità di trattamento psicologico a causa della natura dell’ambiente, dello stile di vita, della storia dello sviluppo, delle risorse di fronteggiamento (coping) e della personalità della persona.

esempi eustress distress

LO STRESS ACUTO

Lo stress acuto è solitamente breve, ed è il tipo di stress più comune e frequente. Lo stress acuto è più spesso causato dal pensiero reattivo. I pensieri negativi predominano su situazioni o eventi che si sono verificati di recente o su situazioni, eventi o richieste imminenti nel prossimo futuro.

Ad esempio, se sei stato recentemente coinvolto in una discussione, potresti avere uno stress acuto correlato a pensieri negativi ripetitivi riguardo alla discussione. Oppure potresti avere uno stress acuto che riguarda una scadenza lavorativa imminente. Tuttavia, molto spesso quando lo stress indotto dal pensiero viene ridotto o rimosso, anche lo stress diminuirà. Tuttavia, se lo stress acuto soddisfa i criteri del DSM-5 (Manuale diagnostico e statistico dei disturbi mentali), all’individuo può essere diagnosticato un Disturbo Acuto da Stress

Lo stress acuto provoca segnali e sintomi nel corpo, nel cervello e a livello emotivo, ma non causa una quantità significativa di danni come lo stress cronico.

 

Effetti a breve termine dello stress acuto

I segnali e i sintomi più comuni sono:

  • Disagio emotivo transitorio: una combinazione di rabbia o irritabilità, ansia e depressione.

  • Disturbo muscolare transitorio: tensioni, mal di testa, mal di schiena, dolore al collo, dolore alla mandibola e altre tensioni muscolari che portano a stiramenti muscolari, tendinei e problemi ai legamenti.

  • Problemi transitori di stomaco, intestino: bruciore di stomaco, acidità, flatulenza, diarrea, costipazione.

  • Ipereccitazione transitoria: pressione sanguigna elevata, battito cardiaco accelerato, polso accelerato, palmi delle mani sudati, palpitazioni cardiache, vertigini, emicrania, mani o piedi freddi, mancanza di respiro, problemi di sonno e dolore toracico.

Lo stress acuto può presentarsi nella vita di chiunque.

È facilmente gestibile e curabile. Tuttavia, lo stress acuto ripetuto può diventare molto dannoso per la salute fisica e mentale.

 

Metodi antistress per lo stress acuto

La risposta allo stress del tuo corpo viene attivata dallo stress acuto, ma puoi invertirla con tecniche di rilassamento rapido per tornare alla tua giornata, sentendoti di nuovo meno stressato. Questi metodi antistress possono aiutarti a rilassarti e a riprenderti più rapidamente dallo stress acuto.

  • Esercizi di respirazione: ottimi per lo stress acuto perché funzionano rapidamente.

  • Reframing cognitivo: impara a cambiare il modo in cui guardi la situazione per gestire i tuoi livelli di stress.

  • Meditazione: una tecnica di meditazione rapida di 5 minuti può aiutarti a calmarti nel momento.

  • Rilassamento muscolare progressivo (PMR): come gli esercizi di respirazione, il PMR ti darà un momento per riorganizzarti e rilassarti.

STRESS Articoli correlati

STRESS ACUTO EPISODICO

Le persone che sperimentano frequentemente stress acuto, o le cui vite presentano frequenti fattori scatenanti di stress, hanno uno stress acuto episodico.

Gli individui che soffrono frequentemente di stress acuto spesso vivono una vita piena di caos e con frequenti momenti di crisi. Sono sempre di fretta o si sentono sotto pressione. Si assumono molte responsabilità e di solito non riescono a rimanere organizzati a causa delle eccessive richieste. Questi individui sono perennemente in preda a un sovraccarico di stress acuto.

Ci sono 2 principali tipi di personalità che si presentano frequentemente con lo Stress Acuto Episodico: 1) Personalità di “Tipo A” 2) Il “Preoccupato”

Personalità di “tipo A”: la personalità di tipo A ha un’eccessiva spinta competitiva, aggressività, impazienza e un senso di urgenza rispetto al tempo. Inoltre, la personalità di tipo A si presenta come reattiva e ostile e quasi sempre una profonda insicurezza riguardo alle prestazioni. Questi tratti della personalità creano frequenti episodi di stress acuto per l’individuo di tipo A. I cardiologi Friedman e Rosenman hanno scoperto che il tipo A ha una probabilità significativa di sviluppare malattie coronariche.

Il “Preoccupato”: Il Preoccupato si presenta con pensieri negativi quasi continui che causano uno stress acuto episodico sulla salute fisica e mentale. Le “frequenti preoccupazioni” proiettano un probabile disastro e prevedono una catastrofe negativa in quasi tutte le situazioni. Hanno la convinzione fondamentale che il mondo sia un luogo pericoloso, crudele, dove sta sempre per succedere qualcosa di terribile. Questi pensatori negativi tendono anche ad essere eccessivamente eccitati e tesi, ma sono più ansiosi e depressi, piuttosto che arrabbiati e ostili. I loro pensieri sono spesso pieni di “E se…” affermazioni che hanno esiti negativi previsti. Sono spesso diagnosticati, in base al DSM-5, con “il disturbo d’ansia generalizzato”.

 

Effetti episodici dello stress acuto

I segnali e i sintomi più comuni sono simili allo stress acuto, ma a causa dell’eccessiva e frequente eccitazione, o Iper-eccitazione, vi sono danni e sofferenza continui.

  • Disagio emotivo: rabbia o irritabilità, ansia e depressione, irascibilità, impazienza, tensione.

  • Di-stress cognitivo: scarsa attenzione/concentrazione, lenta velocità di elaborazione, affaticamento mentale.

  • Relazioni interpersonali deteriorate: il posto di lavoro diventa per loro un luogo molto stressante.

  • Di-stress muscolare: tensione, mal di testa, mal di schiena, dolore alla mandibola, stiramenti muscolari, tendini e problemi ai legamenti.

  • Problemi di stomaco: intestino, problemi intestinali, bruciore di stomaco, acidità di stomaco, flatulenza, diarrea, stitichezza, sindrome dell’intestino irritabile (IBS).

  • Ipertensione: alta pressione arteriosa, battito cardiaco accelerato, palmi sudati, palpitazioni cardiache, vertigini, emicrania, mani o piedi freddi, mancanza di respiro, insonnia, dolore toracico e malattie cardiache.

  • Compromissione del sistema immunitario: frequenti raffreddori/influenza, allergie, asma e altre malattie che compromettono il sistema immunitario.

Lo stress acuto episodico porta a problemi di salute più pronunciati come ipertensione e malattie cardiache e sindrome dell’intestino irritabile (IBS).

 

Trattamento dello stress acuto episodico

Lo stress acuto episodico richiede un intervento su più livelli. Il trattamento richiede un aiuto professionale per molti mesi.

Molto spesso lo stile di vita e le caratteristiche della personalità sono così radicate e abituali che questi individui potrebbero non vedere nulla di sbagliato nel modo in cui conducono le loro vite. È comune per questi individui dare la colpa dei loro problemi ad altre persone ed eventi esterni. Spesso vedono i loro modelli di vita, i loro modelli di interazione con gli altri e i loro modi di percepire il mondo come una componente essenziale o integrante della loro personalità e quindi sono spesso restii a cercare un aiuto psicologico professionale.

Questi individui possono essere molto resistenti a cambiare i loro comportamenti e modelli di pensiero. È comune per questi individui cercare un trattamento psicologico solo quando i dolori e i disagi fisici diventano eccessivi.

STRESS CRONICO

Lo stress cronico è il tipo di stress più dannoso. Se lo stress cronico non viene trattato per un lungo periodo di tempo, può danneggiare in modo significativo e spesso irreversibile la tua salute fisica e deteriorare la tua salute mentale.

Ad esempio, la povertà a lungo termine, gli abusi ripetuti in qualsiasi forma, la disoccupazione, la famiglia disfunzionale, l’ambiente di lavoro scadente, l’abuso di sostanze o un matrimonio infelice possono causare uno stress cronico significativo.

Lo stress cronico può anche manifestarsi quando un individuo si sente senza speranza, non vede una via di fuga dalla causa dello stress e rinuncia a cercare soluzioni.

Lo stress cronico può essere causato da esperienze avverse nell’infanzia o da esperienze traumatiche successive nella vita.

Quando un individuo vive con lo stress cronico, le sue azioni comportamentali e le sue reazioni emotive diventano radicate. C’è un cambiamento strutturale della neurobiologia nel cervello e nel corpo.

Le persone con stress cronico hanno l’elenco di segnali e sintomi menzionati in precedenza, ma essi sono cronici e possono provocare un crollo fisico e mentale che può portare a suicidio, azioni violente, omicidio, psicosi, infarti e ictus.

Lo stress cronico è subdolo, pericoloso e dannatamente decimante. Porta via le persone giorno dopo giorno, anno dopo anno. Lo stress cronico distrugge vite, corpi e menti. Crea il caos attraverso l’attrito a lungo termine. È lo stress della povertà, delle famiglie disfunzionali, della violenza, degli abusi, dei traumi, del lavoro disprezzato, delle rivalità etniche, della guerra.

 

Trattamento dello stress cronico

Quando una persona non vede mai una via d’uscita da una situazione miserabile, prova ansia per le richieste inesorabili e le pressioni per periodi di tempo apparentemente interminabili. Senza speranza, l’individuo rinuncia alla ricerca di soluzioni.

Alcuni fattori di stress cronici o fattori scatenanti derivano da esperienze traumatiche della prima infanzia che vengono interiorizzate e rimangono per sempre dolorose e presenti. Le esperienze della prima infanzia influenzano profondamente la personalità; spesso si traducono in sistemi di credenze fondamentali creati da cause di stress senza fine per l’individuo (ad esempio, il mondo è un luogo minaccioso, devi essere perfetto in ogni momento). Quando la personalità o le convinzioni e le credenze radicate devono essere riformulate, il recupero richiede un auto-esame attivo con un aiuto psicologico professionale. La buona notizia è che il trattamento psicologico è molto efficace.

La peggiore variabile dello stress cronico è che alcune persone vi si abituano. Quasi se ne dimenticano. In un certo senso, si potrebbe dire che è un adattamento sotto forma di un meccanismo di difesa psicologica definitivo. Le persone sono immediatamente consapevoli dello stress acuto perché è nuovo. Tuttavia, gli individui con stress cronico spesso ignorano tutti i segni e i sintomi perché sono vecchi, familiari e anche perché spesso si sentono impotenti e senza speranza.

Lo stress cronico uccide attraverso il suicidio, la violenza, l’omicidio, l’infarto, l’ictus e, forse, anche il cancro. Le persone si logorano fino a un crollo finale e fatale. Le loro risorse fisiche e mentali si esauriscono a causa dell’attrito a lungo termine. I segnali e i sintomi dello stress cronico sono difficili da trattare, ma non impossibili da trattare.

Le persone con stress cronico richiedono un trattamento medico e psicologico esteso che includa la gestione comportamentale e dello stress.

Il modo in cui reagiamo a una situazione difficile influenzerà il modo in cui lo stress influisce sulla nostra vita e sulla nostra salute fisica e mentale. Una persona che sente di non avere abbastanza risorse per fronteggiare lo stress avrà maggiori probabilità di avere una reazione più forte, che innesca significativi problemi di salute fisica e mentale. È fondamentale ricordare che la mente e il corpo sono collegati, il che significa che i fattori psicologici influenzano il modo in cui una persona si sente fisicamente e la longevità del corpo.

Una risposta costantemente negativa alle sfide può avere un effetto dannoso su mente, corpo ed emozioni. Tuttavia, essere consapevoli di come reagisci ai fattori di stress e cercare un aiuto professionale può aiutare a ridurre i sentimenti e gli effetti negativi dello stress e a gestirlo in modo più efficace.

 

Abitudini utili

Le seguenti abitudini a lungo termine possono aiutarti a gestire meglio lo stress generale che potresti provare a causa dei fattori di stress cronici nella tua vita.

  • Coltivare relazioni di supporto: avere un solido sistema di supporto è un meccanismo cruciale per fronteggiare lo stress cronico.

  • Fare esercizio regolarmente: l’esercizio fisico e la gestione dello stress sono strettamente collegati per diversi motivi.

  • Ascoltare musica: la musica può fungere da meraviglioso sfondo per ridurre lo stress delle attività quotidiane.

  • Mantenere una dieta sana: Alimentare bene il tuo corpo può aiutare con i livelli di stress generale perché l’intero sistema funzionerà meglio.

  • Meditare regolarmente: mentre le meditazioni veloci sono ottime per affrontare lo stress acuto, una pratica di meditazione regolare ti aiuterà a sviluppare la tua resilienza generale allo stress.

" Alcune persone sono così abituate a vivere lo stress che non ricordano come era la vita senza di esso. "

Andrew Bernstein

CONCLUSIONE

Una condizione di stress è fondamentale per aumentare le prestazioni e la creatività ma se diviene continuativa innalza in maniera anomala i livelli ormonali e sancisce una ambiente non sano per il proprio stato psico-fisico. Lo stress è nocivo e deve essere combattuto non solo tramite l’ausilio di un professionista ma anche attraverso pratiche che possono essere messe in moto in maniera personale; iniziare vuol dire fare il primo passo verso la propria guarigione, istituire uno stato mentale pro-attivo.

Ti è piaciuto questo articolo sui tipi di stress? Le conseguenze dello stress sul corpo umano sono devastanti.

E tu? Quanto sei stressato? Scoprilo andando alla sezione Stress Test

Scrivimi o vai sulla mia pagina Facebook, per me sarà un piacere approfondire gli argomenti che ti possono aiutare ad essere più produttivo e ridurre il tuo stress.

La scrittura di questo articolo ha richiesto un lavoro di molte ore, se ritieni che possa essere utile a qualcuno condividilo sui tuoi canali social.

Buon lavoro e buona vita!

Categorie

Informazioni sull' autore

Ciao, sono Matteo Rocca, Life Coach con circa 20 anni di esperienza.

Sono associato ICF International Coach Federation, la più grande associazione di Coach al mondo, con credenziale ACC (Accredited Certified Coach). Sono laureato in Economia e Commercio e in Scienze Motorie, e sono Personal Trainer FIF.

Da sempre appassionato di stress e di crescita personale, ora aiuto le persone ad eliminare lo stress mentale grazie a nuove tecniche, metodologie (con solide basi scientifiche). Per chi desidera organizzo percorsi di coaching personalizzati per combattere lo stress, gestire la rabbia ed equilibrare vita e lavoro.