fbpx

Come fregarsene del giudizio degli altri: una breve guida

fregarsene del giudizio altrui

INDICE

Giudicare è sbagliato a priori, perché, nel farlo ci serviamo della nostra scala di valori. Dietro al giudizio si cela l’idea che siamo tutti identici.

COME FREGARSENE DEL GIUDIZIO DEGLI ALTRI AL LAVORO

Come facciamo a fregarcene del giudizio degli altri?

Ogni individuo ha delle esigenze sociali e, tra le più importanti, risulta quella di appartenere ad un gruppo. In ogni contesto della propria vita si cerca, in un modo o nell’altro, di venire accettati, sia per evitare l’isolamento, sia per sentirsi in qualche modo “normali”. Quando questa necessità si manifesta in maniera esagerata, tale da impedirti di vivere serenamente la quotidianità, si parla di fobia sociale. La paura del giudizio degli altri è vissuta in modo più o meno importante da tutte le persone e diventa particolarmente stressante in ambiente lavorativo, specialmente se si ricopre un ruolo di leadership e ogni propria azione è sempre sotto lo sguardo attento di colleghi, superiori e subordinati.

Qualcuno potrebbe pensare che è meno faticoso essere giudicati se si è imprenditori o manager, ma non è così. Spesso chi prende decisioni si carica di un peso importante, che porta conseguenze dannose per se stesso e per la sua attività.

Anche tu quando ti rechi a lavoro non sei felice e hai pensieri negativi? Scopri la sessione gratuita di stress management e ritrova il tuo ottimismo.

Se vuoi approfondire come affrontare il giudizio altrui a lavoro, continua a leggere l’articolo. 

" Ogni persona che incontri sta combattendo una battaglia di cui non sai nulla. Sii gentile. Sempre. "

Platone

PERCHE’ SI TEME IL GIUDIZIO ALTRUI

È certamente un quesito interessante; perché preoccuparti delle opinioni degli altri? Non basterebbe avere fiducia in se stessi a prescindere? Dopotutto non vivono la tua vita e, a meno che non abbiano una qualche influenza sul tuo ruolo lavorativo, non possono intaccare la tua quotidianità. In realtà, però, si tratta di un retaggio genetico poiché nell’antichità, più precisamente durante la preistoria, gli antenati degli uomini avevano bisogno di essere di far parte di un gruppo per proteggersi, cacciare e sopravvivere. Per cui era imperativo essere accettati e dimostrare le proprie capacità, per non essere esclusi ed emarginati, che significava andare incontro ad una morte quasi certa. Naturalmente oggi non è più così e non si rischia di perire di fame o freddo solo perché si è esclusi da un gruppo; ma la socialità ha un grande peso nella vita di tutti giorni e a nessuno piace essere messo da parte.

Una certa dose d’ansia, oltretutto, è benefica in alcune situazioni perché permette di concentrarsi e avere una performance migliore; dev’essere però equilibrata perché troppo nervosismo è invece deleterio e riduce la propria prestazione. La paura del giudizio altrui, in questi casi, si manifesta in modo prepotente e in momenti delicati, dove il proprio ruolo viene messo alla prova, magari quando si parla ad un pubblico importante o si devono svolgere delle attività che richiedono freddezza e concentrazione.

Quando questa condizione non è semplice timidezza e si trasforma in qualcosa di incontrollabile e oppressivo, è il caso di chiedere il supporto di uno specialista, che sicuramente saprà fornire consigli decisivi per liberarsi del disturbo di ansia sociale oppure del disturbo evitante di personalità.

Con questo articolo, invece, si vogliono dare alcuni consigli per affrontare il timore moderato che ogni individuo prova, specialmente nel luogo di lavoro, nei confronti del giudizio altrui.

giudizio-degli-altri-cosi-te-ne-liberi, come fregarsene del giudizio degli altri, fiducia in se stessi, come essere se stessi

ACCETTARE CHE NON SI PUO’ AVERE L’APPROVAZIONE DI TUTTI

L’accettazione talvolta è il miglior atteggiamento per poter superare un ostacolo. Un imprenditore vorrebbe essere visto in una luce positiva da tutti ma, nella realtà, è quasi impossibile realizzare questo desiderio. Ogni giorno si incontrano individui talmente diversi, con pensieri e obiettivi talvolta opposti, che è già un buon risultato mettere d’accordo tutti. Fa parte della vita essere giudicati e ci sarà sempre qualcuno che avrà qualcosa da ridire sul tuo operato, sulle tue competenze e sulle tue idee. Questo però non significa che l’opinione altrui sia lo specchio del tuo reale valore. Se ti senti molto influenzato da quello che gli altri pensano di te e non sai come ignorare il giudizio altrui, lavora sulla tua fiducia in te stesso e tieni sempre a mente che nessuno può influire sulle tue scelte.

LASCIARE DA PARTE I PENSIERI NEGATIVI

Riflettere continuamente su ogni propria azione e sul giudizio negativo degli altri può diventare un notevole impedimento nella quotidianità lavorativa, che nuoce alla fiducia in se stessi. Il pessimismo non aiuta e, anzi, fomenta la sensazione di insicurezza e oppressione legata alla paura di essere osservati con malevolenza. Sì, una sensazione, perché in molti casi è solo quella. Perché mai chi ti circonda dovrebbe perennemente sbirciare con una lente d’ingrandimento ogni tuo comportamento? La maggior parte delle persone pensa a sé e non si cura molto di quello che fanno gli altri. È invece il tuo pensiero negativo che ti segue e ti giudica in ogni momento della tua giornata. Liberatene e cerca di ignorare il giudizio altrui! Sei tu il padrone di te stesso e non la tua paura o il tuo pessimismo.

 

preoccupati di ciò che pensano gli altri e sarai sempre loro prigioniero, come fregarsene del giudizio degli altri, fiducia in se stessi, come essere se stessi, fiducia

IMPARARE AD AVERE FIDUCIA NELLE PROPRIE CAPACITA’ E FREGARSENE DEL GIUDIZIO DEGLI ALTRI

Se si ha piena consapevolezza delle proprie abilità e potenzialità, nulla potrà scalfire la propria fiducia, nemmeno le opinioni degli altri. Per questo è importante conoscere se stessi, cercare di capire i propri punti forti e le proprie debolezze. Solo in questo modo si potranno affrontare i giudizi e, anziché limitarti, quest’ultimi ti incentiveranno a migliorare e crescere. Nessuno è perfetto ma coloro che hanno successo sono quelli che non smettono mai di imparare e superare i propri limiti.

" La tendenza a giudicare gli altri è la più grande barriera alla comunicazione e alla comprensione. "

Carl Rogers

IL GIUDIZIO NON HA UN IMPATTO INDELEBILE

Ogni individuo giudica per diversi motivi, ma spesso lo stesso giudizio che qualcuno esprime viene dimenticato nel giro di poco. È chi lo riceve che ne rimane affetto a lungo, spesso ferito nell’autostima che fatica a recuperare. Per non pensare negativamente, è necessario liberarsi dell’idea che un’opinione sia qualcosa di definitivo e consolidante. Non ci si può impantanare in una frase detta magari di getto e subito scordata da chi l’ha pronunciata. Non dare peso alle cattiverie espresse dagli altri, perché non serve a nulla e non sono certo costruttive. Lavora piuttosto sulla tua stima.

Questi sono alcuni consigli su come gestire il giudizio degli altri al lavoro e ritrovare la fiducia in se stessi. Se sei interessato all’argomento, scarica gratuitamente e leggi l’e-book “Vivere Senza Stress Nocivo”!

Buona vita!

Scopri i miei servizi di coaching per eliminare le cause dello stress, equilibrare lavoro e vita privata e combattere la rabbia.

Se hai consigli o suggerimenti per migliorare ancora di più il valore dei contenuti che questo Blog dona ai lettori, scrivimi sarò ben felice di leggere il tuo feedback.

Se questo articolo su come ignorare il giudizio altrui ti è piaciuto e vuoi approfondire altri argomenti, scrivimi a info@stresscoach.it o sulla mia pagina Facebook. Per me sarà un piacere approfondire gli argomenti che ti possono aiutare a ridurre il tuo stress e stare bene.

La scrittura di questo articolo ha richiesto un lavoro di molte ore, se ritieni che possa essere utile a qualcuno condividilo sui tuoi canali social. Grazie!

FONTI E LETTERATURA SCIENTIFICA

  • How to Cope with Criticism

  • The Effectiveness of a Stress Training Program in Coping With Criticism in Sport: A Test of the COPE Model

  • You can cope with criticism.

I MIGLIORI LIBRI SULLA GESTIONE DELLO STRESS

Digita sull’immagine per maggiori informazioni, dettagli e recensioni.

Categorie

Informazioni sull' autore

Ciao, sono Matteo Rocca, Life Coach con circa 20 anni di esperienza.

Sono associato ICF International Coach Federation, la più grande associazione di Coach al mondo, con credenziale ACC (Accredited Certified Coach). Sono laureato in Economia e Commercio e in Scienze Motorie, e sono Personal Trainer FIF.

Da sempre appassionato di stress e di crescita personale, ora aiuto le persone ad eliminare lo stress mentale grazie a nuove tecniche, metodologie (con solide basi scientifiche). Per chi desidera organizzo percorsi di coaching personalizzati per combattere lo stress, gestire la rabbia ed equilibrare vita e lavoro.